Arte messa da parte. Ilario Fioravanti e il Liceo Monti.

Arte messa da parte. Viaggio per attimi attraverso gli occhi di Ilario Fioravanti. E’ una esperienza di Alternanza Scuola Lavoro che la galleria del Palazzo del Ridotto a  Cesena ospita dal  9 novembre all’8 dicembre 2019 con  le opere di Ilario Fioravanti e grazie al lavoro dei ragazzi del Liceo classico Vincenzo Monti. Il titolo  rimanda alla visione che il maestro aveva della propria arte, letteralmente “messa da parte”, in quanto da lui considerata non così importante da essere esposta, tanto che numerose tra le sue opere non sono mai uscite dagli archivi. I ragazzi sono stati ispirati  dal noto proverbio “Impara l’arte e mettila da parte”, dal momento che le competenze acquisite grazie a questa esperienza potranno essere da loro sfruttate in diversi campi lavorativi, anche non necessariamente legati al mondo dell’arte. Il sottotitolo invece fa riferimento alla  capacità di Fioravanti di cogliere l’attimo in ogni esperienza e rappresentarlo anche attraverso tecniche come l’incisione, meno adatte al gesto estemporaneo. La mostra rappresenta la tappa finale di un progetto iniziato in terza superiore, quando i ragazzi si sono impegnati nell’attività di Alternanza Scuola-Lavoro, catalogando opere di Fioravanti, in particolare sanguigne, incisioni, acqueforti e medaglie, e selezionando quelle più adatte e significative per il percorso da loro scelto. Il lavoro ha impegnato gli studenti in diverse attività, tra cui la stesura dei testi dei pannelli espositivi, l’allestimento della sala e la promozione dell’evento su diversi social. I ragazzi, di fronte alla nuova esperienza, si sono mostrati entusiasti ed orgogliosi di presentare alla città il maestro. Di ispirazione è stata in particolare la visita alla casa-studio di Sorrivoli dove ancora oggi sono conservati disegni e sculture in attesa di trovare una collocazione ufficiale. Importante per i ragazzi si è rivelata anche la visita dell’allora sindaco Paolo Lucchi e dell’ex assessore alla cultura Christian Castorri nel gennaio 2018, occasione in cui sono state donate alla città tre incisioni, raffiguranti due scorci di Cesena e un nudo di donna. Il lavoro è stato coordinato dalle prof.sse Maria Teresa Forlani e Daniela Romanelli, insieme alla commissione di Alternanza Scuola-Lavoro del Liceo Monti, formata dal referente Stefano Scarpellini, dalle prof.sse Francesca Renzi e Stella Ricci, e supervisionato dalla signora Adele Briani Fioravanti, moglie dell’artista. I ragazzi inoltre sono stati supportati dal grafico Gianluca Evangelista, insieme al quale si sono occupati del layout di pannelli, segnalibri, cartoline e manifesti. L’inaugurazione si è tenuta alle ore 17.30 di sabato 9 novembre 2019 presso la Galleria di Palazzo del Ridotto con un saluto della professoressa Simonetta Bini dirigente del Liceo e delle autorità,  un breve intervento  dei ragazzi, e un doveroso ricordo dell’artista da parte di  Adele Briani Fioravanti.. Durante le giornate FAI d’inverno, dal 25 al 30 novembre, alcuni gruppi di studenti del Monti a turno faranno da ciceroni, accompagnando nel percorso espositivo le classi interessate  provenienti da tutti gli Istituti del cesenate. Il rapporto fra Ilario Fioravanti e il Liceo Monti risale al 2013 quando nei locali del Liceo fu organizzata una mostra risultato finale di uno studio approfondito sulle  opere del maestro effettuato dagli studenti. In quell’occasione si creò una interessante interazione con l’Istituto per Geometri Da Vinci di Cesena i cui allievi si cimentarono in un lavoro su progetti architettonici di Fioravanti. I protagonisti di Arte messa da parte sono stati gli studenti Bagaglia Beatrice, Bonivento Antonio, Brighittini Cecilia, Cavalli Lorenzo, Evangelista Alice, Faedi Gaia, Martini Valentina, Parenti Gaia, Pruccoli Rebecca, Ragazzini Agnese, Ravagli Chiara, Romboli Giulia, Severi Sofia, Venturini Giorgio Maria, Vernati Eva, Walker Miriam Caitlin, Zammarchi Sara. Guida e supporto sono stati assicurati  da  parte di Maria Teresa Forlani  referente del progetto, Francesca Renzi, referente FAI del Liceo Monti, Stella Ricci per la commissione Alternanza Scuola Lavoro, Daniela Romanelli nel ruolo di  coordinatrice di classe, Stefano Scarpellini come  referente della commissione Alternanza Scuola Lavoro, Pier Guido Raggini che ha assicurato la supervisione scientifica,  Adele Briani Fioravanti,  che ha creduto nel progetto e si è prodigata per la sua riuscita, Diletta Tosi di  Casa dell’Upupa. La dirigente del Liceo Monti, Simonetta Bini,  ha sposato l’iniziativa considerandola importante e formativa, limpido esempio di come un istituto scolastico deve sperimentare l’applicazione delle conoscenze acquisite.  Il lavoro ha avuto il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e dell’Ufficio Cultura del comune di Cesena.

Scritto da stefano.scarpellini il 15 Nov 2019 in Eventi, Eventi-eventi, News

indietro