Giorgio Bedei: “Carta, Colla, Fil Di Ferro E Acqua” a casa dell’Upupa.

Sabato 16 novembre 2019 a Casa dell’Upupa i molti ospiti intervenuti hanno incontrare Giorgio Bedei in una riunione dal titolo “Carta, Colla, Fil Di Ferro E Acqua”. Bedei, dopo l’introduzione del dottor Luigi Salizzato, ha parlato del suo lavoro di creatore di forme, di figura, usando la cartapesta. E’un lavoro che si parte dalla carta di giornali, di riviste, carta scritta, disegnata, colorata e che si sviluppa attraverso l’abilità certosina dell’autore la trasforma in figure: donne, uomini, animali, arlecchini, saltimbanchi, ballerine, clowns. Fondamentale è l’utilizzo dell’acqua, del filo di ferro e della colla, elementi che permettono di assemblare le realizzazioni. Non si usano colori, è il sapiente accostamento dei pezzetti di carta colorata e illustrata che rende vivide le figure sulle quali viene passato, alla fine, uno strato di vernice trasparente.

Le figure e gli animali come i cavalli vengono modellati aggiungendo, ad armature di rete o filo di ferro calla impregnata con una colla molto densa. Si tratta di una tecnica con tempi di lavorazione molto lunghi, ogni pezzo è unico e originale. Gli amici di Ilario hanno potuto verificare la perfetta assonanza del risultato dell’attività artistica di Bedei con la magia dello studio di Ilario e delle sue opere.

L’incontro è proseguito con la lettura di brani d’autore da parte di Ilario Sirri accompagnata dalle musiche della fisarmonica di Mino Savadori. Al termine Adele Briani ha offerto una merenda come sempre assai gradita da tutti.

Scritto da stefano.scarpellini il 13 Nov 2019 in Casa dell'Upupa, Eventi, Eventi-eventi, News

indietro