Il presepe infinito

img_0517img_0533Natale 2016: Cesena incontra Ilario Fioravanti attraverso una mostra intitolata “il presepe infinito”. La galleria comunale d’arte e la biblioteca Malatestiana accolgono una rassegna di opere sul tema dell’avvento. Terrecotte, dipinti, affreschi con i quali l’artista interpreta a suo modo un tema a lui molto caro ossia l’incontro con il bambino Gesù che viene fra gli uomini. Dal 23 dicembre 2016 al 29 gennaio 2017. La mostra è stata presentata venerdì 23 dicembre presso la chiesa di Santa Maria del Suffragio. Alla presenza di Christian Castorri, assessore alla cultura del comune di Cesena, di Adele Briani Fioravanti, di monsignor Pietro Altieri, l’ideatrice e curatrice  dell’evento, architetto Marisa Zattini, ha introdotto al folto pubblico presente la manifestazione che rappresenta un ulteriore necessario omaggio della città a Fioravanti. Durante l’incontro il critico Marco di Capua è intervenuto sul senso dell’opera dell’artista Fioravanti,  sul significato dato al Natale attraverso le terrecotte che rappresentano uomini e animali tutti a condividere uno stesso destino. Il tema del Natale è sempre stato caro a Fioravanti che lo ha declinato nel tempo attraverso una amplissima produzione di presepi, angeli, annunciazioni, pastori, Re Magi. Natale come momento per meditare sul terreno e sul divino, sul sentirsi riuniti in una festa cui sono ammessi  anche gli animali e, fra gli uomini, i diseredati nella via Crucis dei pagliacci. Nella mostra sono presenti anche alcuni dipinti provenienti dalla diocesi di Cesena - Sarsina aventi come tema Annunciazione e Natività, opere  capaci di  rappresentare l’intenso rapporto fra arte antica e arte contemporanea.

Scritto da stefano.scarpellini il 28 Dic 2016 in Eventi, Eventi-eventi, News

indietro