Ilario Fioravanti: dall’ombelico in su. Sculture e sanguigne.

Anche quest’anno la bella città del Montefeltro, Pennabilli,  ha voluto organizzare la manifestazione che da tanti anni contraddistingue la sua estate: la mostra mercato nazionale “Pennabilli antiquariato”. Erano presenti  gallerie antiquarie provenienti dall’Italia ma anche dall’estero che hanno esposto mobili, quadri, gioielli tutti interessanti, alcuni anche di alta epoca. A rendere più affascinante la manifestazione ci ha pensato la mostra, accolta negli stessi locali,  intitolata “Ilario Fioravanti: dall’ombelico in su.  Sculture e sanguigne”. Sono state esposte alcune sculture di varia dimensione e una collezione di grande interesse di sanguigne. Il tema che univa le opere era la rappresentazione che Fioravanti fa del corpo femminile. A Fioravanti piacciono le donne, piace il loro corpo che rappresenta anche nudo, però lui guarda le donne nel volto. Le sculture, ma soprattutto le sanguigne in mostra, rappresentano con forza questa idea del nostro artista: il corpo della donna senza veli ma anche e soprattutto  il suo volto, la parte che egli predilige. La manifestazione di Pennabilli è stata una delle prime a concentrarsi sulla tecnica della sanguigna, una modalità pittorica che Fioravanti ha utilizzato molto con risultati di grande effetto, una modalità che gli ha consentito di tradurre d’impatto, senza mediazioni, i suoi sentimenti e le sue sensazioni in opere.

Scritto da stefano.scarpellini il 25 Lug 2016 in Eventi-eventi, News

indietro