RUGGERO SINTONI

IL CIRCO DELLA PACE. Tra arte, cultura e impegno sociale

Interverrà Nevio Casadio

Sabato 26 novembre 2011, ore 17

circo-della-pace-01-6339
Il Circo della Pace è un progetto di Ruggero Sintoni (Accademia Perduta / Romagna Teatri) e Alessandro Serena per il Comune di Bagnacavallo (RA), in collaborazione con tutte le realtà associative del territorio e varie Istituzioni nazionali e internazionali (tra cui la Camera dei Deputati e l’Unesco). È un’innovativa forma di spettacolo popolare, cultura, solidarietà e partecipazione che avvicina mondi lontanissimi e supera le barriere etniche e culturali per “restituire” l’infanzia a tanti bambini e creature che vivono comunque sotto il nostro stesso, grande, cielo.
L’attenzione dei media per questa nuova esperienza di Circo Sociale è stata straordinaria, tra gli altri: Bbc World News ha trasmesso in tutto il mondo un servizio di tre minuti, “Geo&Geo” di Rai Tre ha trasmesso uno speciale di oltre tredici minuti, “Tg5” di Mediaset ha dedicato all’evento la chiusura dell’edizione dei giorni di Natale e di Santo Stefano; il “Tg3” della Rai ha realizzato ampi servizi in diffusione sia regionale che nazionale.

In occasione dell’incontro sarà proiettato il reportage di Nevio Casadio: Il circo della pace, 2011.

Ruggero Sintoni è nato a Faenza (RA) nel 1955. Dopo un’importante esperienza artistica con il Living Theatre di Julian Beck e Judith Malina, frequenta l’Accademia Antoniana di Arte Drammatica di Bologna, conseguendone il diploma nel 1981. L’anno successivo diventa socio fondatore della compagnia Accademia Perduta che diviene, negli anni, un Teatro Stabile d’Arte Contemporanea di cui Sintoni è, tuttora, presidente. Nel corso di questa esperienza è autore e interprete di alcuni spettacoli di Teatro Ragazzi, ruolo che in seguito abbandona per dedicarsi alla direzione artistica di una “rete” di Teatri in Romagna (Masini di Faenza, Goldoni di Bagnacavallo, Il Piccolo di Forlì, Dragoni di Meldola, Comunale di Cervia) e di varie rassegne estive in provincia di Ravenna, insieme all’attore e regista Claudio Casadio. Nel 1993 e 1997 progetta e realizza l’iniziativa Teatri per la verità, rassegne di spettacoli i cui incassi sono stati interamente devoluti all’Associazione dei parenti delle vittime della strage di Ustica, l’impegno e il suo coinvolgimento in questa causa continuano negli anni. Dal 1998 è chiamato come docente in corsi di formazione professionale presso alcune delle più prestigiose Università italiane quali il DAMS di Bologna e la Bocconi di Milano. Nel 2004 viene eletto presidente dell’Associazione delle Imprese dello Spettacolo dal vivo (musica, teatro, danza) dell’AGIS Emilia-Romagna; progetta e realizza, insieme ad Alessandro Serena, un’inedita ed innovativa forma di circo-teatro nelle piazze: spettacoli in cui acrobati provenienti da tutto il mondo interagiscono con monumenti e palazzi. Nell’estate del 2006 produce e porta in tournée nelle più belle Pievi romagnole La Passione di Mario Luzi, spettacolo interpretato da Lucia Vasini e Daniela Piccari, con la regia di Velia Mantegazza. Nell’ottobre del 2006 diventa membro dell’Esecutivo Nazionale dell’ANTAC, Associazione Nazionale dei Teatri Stabili d’Arte Contemporanea dell’AGIS. Nel 2007 realizza, in collaborazione con Alessandro Serena per il Comune di Bagnacavallo, Il Circo della Pace. Per la 52°, 53° e 54° edizione del festival dei Due Mondi di Spoleto ha ideato l’Antologica di Teatro per Ragazzi che comprende le più importanti produzioni di Accademia Perduta. Insieme a RosettaFilm ha poi co-prodotto due documentari-mediometraggi diretti da Roberta Torre: Itiburtinoterzo e La notte quando è morto Pasolini. Nel 2009 viene eletto nuovamente presidente dell’Associazione delle Imprese dello Spettacolo dal vivo dell’AGIS Emilia-Romagna; nello stesso anno progetta e realizza per l’inagurazione del Teatro di San Leo, a Pietracuta, la rassegna Un Teatro per i ragazzi. Nel 2010 viene nominato componente del Comitato Scientifico per il festival Alchimialchimie di San Leo; inoltre progetta e realizza per Teatro Masini Estate a Faenza l’evento speciale Gli Acrobati africani di Sarakasi del Circo della Pace e il Cantico delle Creature. Nell’ottobre del 2010 progetta e avvia, assieme ai Comuni di San Leo, Novafeltria, Pennabilli, Sant’Agata Feltria, Verucchio, con i contributi della Provincia di Rimini e Regione Emilia-Romagna la Rete dei Teatri della Valmarecchia.

Nevio Casadio è giornalista, reporter e autore televisivo. Ha scritto, tra gli altri, per La Repubblica, Oggi e Il Mattino. In Rai, dopo essersi formato alla bottega di giornalismo di Sergio Zavoli, ha lavorato negli spazi di approfondimento, da “Speciale Tg1” a “La storia siamo noi”; da “Tv7” a “C’era una volta”; da “Frontiere” a “Piazzale degli Eroi”, firmando numerosi reportage e inchieste, in Italia e nel mondo, dai Balcani all’India. Nel 2007, Enzo Biagi al suo rientro in Rai, lo ha chiamato a far parte della nuova trasmissione “RT/Rotocalco Televisivo” di Rai Tre, in qualità di coautore e di inviato speciale del programma per il quale ha firmato numerosi reportage, prevalentemente dedicati alle vittime di incidenti sul lavoro. Nel contesto del centenario della nascita di Indro Montanelli (22 aprile 2009), ha firmato per Rai Sat, presieduta da Carlo Freccero, il programma televisivo di otto puntate “Montanelli tv”; per RCS Gli anni della Televisione un progetto editoriale in 8 dvd allegati al Corriere della Sera, presentazione di Aldo Grasso; per “Speciale Tg1” Lo farei anche gratis. Ha vinto tre volte il Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi. Con Marsilio ha pubblicato Nel silenzio un canto. Storie di ingiustizie, dolore e riscatti (2010).

Scritto da Massimo Balestra il 26 Ott 2011 in Calendario, Casa dell'Upupa, Eventi-eventi

indietro