NEVIO CASADIO

COSÌ RACCONTAVA INDRO MONTANELLI
Introdurrà l’incontro Gian Ruggero Manzoni

Sabato 28 maggio 2011, ore 18

Copertina di: Per Venezia, a cura di Nevio Casadio, Gli specchi Marsilio, 2010

Copertina del libro + DVD: Indro Montanelli, Per Venezia, a cura di Nevio Casadio, Gli specchi Marsilio, 2010

Un reporter di oggi, Nevio Casadio, e un artista di oggi, Gian Ruggero Manzoni, raccontano il grande reportage Per Venezia di Indro Montanelli.

Indro Montanelli, tra gli anni Sessanta e Settanta per la Rai realizzò tre reportage televisivi (che sarebbero passati alla storia del giornalismo del nostro paese) dedicati alla salvaguardia delle città che egli aveva maggiormente nel cuore. Approdò a Portofino per impedire alla speculazione edilizia di deturpare i boschi. A tre anni dall’alluvione del 1966, ritornò a Firenze, raccontando le ferite in via di guarigione. Ma è di Venezia che Montanelli prese le difese, con veemenza, a tutto campo, in tv e sulle pagine del giornale. Quando, nel 1968, decise di raccontare a gamba tesa l’incuria, la caduta e il degrado della grande città veneta, lo fece con una prima serie di quattro articoli pubblicati sul Corriere della Sera, il 22, 23, 24 e 26 novembre del 1968. In questa opera di difesa, di grande impegno civile, mise a disposizione l’autorevolezza personale, le conoscenze acquisite nel tempo e il prestigio del giornale dove scriveva, il Corriere della Sera, di cui era punta di diamante o vessillo. Alle inchieste, pubblicate sul quotidiano, affiancò quella televisiva Montanelli - Venezia, trasmessa in Rai il 12 novembre del 1969. Nel film-inchiesta, l’esordio di Indro fu perentorio. Il cronista dominava la scena, al centro del palcoscenico sul Canal Grande, sgombrando il campo da equivoci o preamboli di circostanza. Nei racconti di Indro Per Venezia, agiva il dèmone del passato, la dura e solenne voce dei dogi, la maestria tecnica degli antichi veneziani, la grandeur politica, artistica, diplomatica e commerciale della Serenissima. Non c’era nessuna pietà in Montanelli per la moderna corrosione di Venezia: solo indignazione, e poi rabbia, non soltanto nei confronti di chi quell’incuria acuiva e non curava (la classe dirigente del tempo, a cui Montanelli puntava il dito dritto agli occhi), ma anche nei confronti di un’Italia intera che non sapeva più che farsene della forza, del coraggio e della sapiente bellezza del passato. L’inchiesta giornalistica e il documentario televisivo di Indro Montanelli che, al di là del dibattito su Venezia moderna o antica, su Venezia viva o agonizzante, su Venezia civile o spartita a sorte da speculazioni e interessi particulari, a distanza di anni, si confermano due autentici documenti storici.

Nevio Casadio è giornalista, reporter e autore televisivo. Ha scritto, tra gli altri, per La Repubblica, Oggi e Il Mattino. In Rai, dopo essersi formato alla bottega di giornalismo di Sergio Zavoli, ha lavorato negli spazi di approfondimento, da “Speciale Tg1” a “La storia siamo noi”; da “Tv7” a “C’era una volta”; da “Frontiere” a “Piazzale degli Eroi”, firmando numerosi reportage e inchieste, in Italia e nel mondo, dai Balcani all’India. Nel 2007, Enzo Biagi al suo rientro in Rai, lo ha chiamato a far parte della nuova trasmissione “RT/Rotocalco Televisivo” di Rai Tre, in qualità di coautore e di inviato speciale del programma per il quale ha firmato numerosi reportage, prevalentemente dedicati alle vittime di incidenti sul lavoro. Nel contesto del centenario della nascita di Indro Montanelli (22 aprile 2009), ha firmato per Rai Sat, presieduta da Carlo Freccero, il programma televisivo di otto puntate “Montanelli tv”; per RCS Gli anni della Televisione un progetto editoriale in 8 dvd allegati al Corriere della Sera, presentazione di Aldo Grasso; per “Speciale Tg1” Lo farei anche gratis. Ha vinto tre volte il Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi. Con Marsilio ha pubblicato Nel silenzio un canto. Storie di ingiustizie, dolore e riscatti (2010).

Gian Ruggero Manzoni

Scritto da Massimo Balestra il 11 Mag 2011 in Calendario, Casa dell'Upupa, Eventi-eventi

indietro